GO TO THE ENGLISH VERSION

parte 1: CONSOLIDAMENTO STRUTTURE LIGNEE

INDAGINE DIAGNOSTICA

Indagine diagnostica conoscitiva della situazione statica delle testate delle travi e capriate lignee all’appoggio nella muratura tramite esecuzione di una piccola apertura in breccia della muratura al fianco della testata ed esecuzione di micro perforazioni in profondità, eseguite tramite l’uso di speciali punte elicoidali.
La resistenza alla penetrazione e l’osservazione dei trucioli portati all’esterno daranno al tecnico l’esatta situazione della testata all’appoggio nella muratura.

INDAGINE DIAGNOSTICA CON STRUMENTAZIONE

Esecuzione di indagine diagnostica conoscitiva dello stato di degrado delle capriate lignee del tetto sia all’appoggio nella muratura che nei puntoni e catene.
L’indagine comprenderà prove endoscopiche, ultrasoniche e resistografiche delle strutture lignee che daranno un quadro completo della situazione statica.

TRATTAMENTO CONSOLIDANTE DELLE SUPERFICI LIGNEE

Trattamento consolidante delle superfici lignee che presentano ammaloramenti e spugnosità al tatto, tramite applicazione a spruzzo di prodotto consolidante J50 a base di resina acrilica non ingiallente in solvente organico o base acqua.

Il prodotto è completamente neutro e non altera l’aspetto delle superfici.

landing page ediliziaCONSOLIDAMENTO DI SOLAIO IN LEGNO CON SOLETTA IN CLS COLLABORANTE

Consolidamento di solaio in legno tramite la formazione di una soletta in cls collaborante con le travi lignee mediante inserimento di connettori in acciaio sagomati a “L” Ø 10/12 mm ancorati con colaggio di resina colabile ANCOR 400

La dimensione ed il numero dei connettori sarà determinato dal calcolo tecnico.

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: PALAZZO PEPOLI – BOLOGNA

 

Solai CNP di nuova costruzione

 

CONSOLIDAMENTO DI TESTATE AMMALORATE DI TRAVI E CAPRIATE

RICOSTRUZIONE DI TESTATA DI TRAVE LIGNEA

Ricostruzione della testata di trave lignea tramite eliminazione del legno marcescente fino alle fibre sane, inserimento d’armatura di collegamento composta da n.4 barre in acciaio o VTR di adeguata lunghezza e diametro, inghisate alla parte sana della trave con iniezione di resina epossidica semifluida in cartuccia EPOXY 400
Costruzione di cassero ligneo di contenimento e getto di “beton epossidico” fino al ripristino dei volumi originari.
Il Beton epossidico si compone di Resina fluida EPOXYRESIN LPL miscelata con sabbia di quarzo 0,7-1,2 mm.
Pulizia finale con flex e getti d’aria compressa.

RICOSTRUZIONE DI TESTATA DI TRAVE CON PROTESI

taglio ad incastro a “metà legno” ed applicazione di una nuova protesi lignea formata da trave della stessa essenza .
L’incastro verrà bloccato con resina epossidica semifluida ANCOR 400 o resina in pasta EPOXYSTUK e inserimento di n.4-6 pioli di collegamento in acciaio.
Pulizia finale con flex e getti d’aria compressa.

RICOSTRUZIONE DI TESTATA DI CAPRIATA LIGNEA

Ricostruzione di testata di capriata lignea tramite eliminazione del legno marcescente fino alle fibre sane, inserimento di armatura di collegamento sia nella catena che nel puntone (quando anch’esso sia interessato dal marcimento), composta da n.4 barre in acciaio o VTR nella catena e n.3 nel puntone di adeguata lunghezza e diametro.
Inghisaggio delle armature alle fibre sane del legno con iniezione di resina epossidica semifluida in cartuccia EPOXY 400 o in barattolo ANCOR 400.
Costruzione di cassero di contenimento e getto di beton epossidico fino al ripristino dei volumi originari.
Il Beton epossidico si compone di Resina fluida EPOXYRESIN LPL miscelata con sabbia di quarzo 0,7-1,2 mm.

Lievo del cassero e pulizia finale con flex e getti di aria compressa.

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: PIAZZA ANNONNARIA – ROVIGO

 

 

RICOSTRUZIONE DI TESTATA DI CAPRIATA LIGNEA CON INCALMO A “ DARDO DI GIOVE ”

Ricostruzione di testata di capriata lignea gravemente ammalorata tramite:
– Idonea puntellazione della catena e del puntone.
– Eliminazione del legno fatiscente sia nel puntone che nella catena mediante taglio ad incastro a “metà legno” nel puntone e a “dardo di giove” nella catena.
– Fornitura e posa di nuove protesi lignee della stessa essenza del puntone e della catena con formazione di taglio ad incastro speculare, incollato con resina epossidica pastosa EPOXYSTUK e collegate con perni trasversali in acciaio.

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: VILLA TIVAN – MESTRE – VENEZIA

 

 

RICOSTRUZIONE DI PORZIONE DI TRAVE

landing page ediliziaRicostruzione di parte di trave lignea gravemente ammalorata tramite l’eliminazione di tutto il legno marciscente fino alle fibre sane.
Formazioni di fresature per l’alloggiamento di armatura formata da barre in acciaio Fe b 44 K diam. 14 mm. in n.da 2 a 4 secondo progetto, inghisate con resina epossidica pastosa.
Formazione di casseratura di contenimento e getto di beton epossidico fino al ripristino dei volumi originari.
Il Beton epossidico si compone di Resina fluida EPOXYRESIN LPL miscelata con sabbia di quarzo 0,7-1,2 mm.
Pulizia finale con flex e getti d’aria compressa.

CONSOLIDAMENTO DI CONTROSOFFITTO IN CANNICCIO – INTEGRAZIONI DI CENTINE E TRAVETTI

Esecuzione di accurata pulizia con eliminazione dei calcinacci ed aspirazione delle polveri esistenti all’estradosso del controsoffitto previa adeguata formazione di passerelle e camminamenti con tavole di legno appoggiate alla struttura portante.
Verifica dello stato di conservazione delle strutture lignee che compongono l’orditura di sostegno del controsoffitto.
Esecuzione del riaggancio dell’intonaco in arelle alle travi lignee di sostegno tramite applicazione di primer epossidico EPOXYRESIN LPL e formazione di un triangolino di pasta di resina epossidica ANCOR400ECT posto tra trave e intonaco in tutta la lunghezza delle centine da un solo lato.

Integrazione di centine e travetti lignei deteriorati, con elementi nuovi in legno stagionato e sagomato a misura, ancorato con bullonature passanti e ancoraggio con resina epossidica.

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: VILLA BADOER – FRATTA POLESINE – ROVIGO

 

Parte 2: CONSOLIDAMENTO STRUTTURE MURARIE E LAPIDEE

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: PALAZZO DELLA RAGIONE – PADOVA

 

Scheda applicativa CORES FRP 300-M

CONSOLIDAMENTO DI PILASTRI IN MURATURA CON TESSUTO FRP e CFRP

Consolidamento di pilastri in muratura mista mattoni/pietrame, tramite le seguenti fasi:
– Lavaggio delle superfici e formazione di intonaco al grezzo con betoncino strutturale a base cementizia, tenendo gli spigoli arrotondati.
– Applicazione di tessuto in CFRP (Fibra di Carbonio) di grammatura e forma come da calcolo progettuale ancorato alla struttura tramite resine epossidiche con ciclo applicativo come da scheda allegata. Il tessuto verrà applicato su tutta la superficie del pilastro a formare una fasciatura completa dello stesso.

RINFORZO DI PILASTRI IN C.A. CON APPLICAZIONE DI TESSUTO IN CFRP

 

CONSOLIDAMENTO STRUTTURE IN CLS

landing page edilizia

SPINOTTI DI ANCORAGGIO in Fibra Aramidica

Formazione di spinotti di ancoraggio dei nastri in fibra di carbonio composti da barra in acc. inox diam.10 mm ancorata alla muratura con iniezione di resina epossidica semifluida EPOXY 400. Le barre saranno rese solidali ai nastri tramite uno “sfiocco” in tessuto Aramidico.

landing page edilizia

CONSOLIDAMENTO DI MURATURE LESIONATE CON TESSUTO IN FIBRA DI CARBONIO

Consolidamento di murature decoese e/o lesionate, tramite l’applicazione di nastri in tessuto di fibra di carbonio”CORES FRP 300-M”di larghezza 30 cm posti ortogonalmente alle lesioni per una lunghezza come da progetto.
Il tessuto di carbonio sarà ancorato alle superfici murarie con adesivo epossidico specifico come da ciclo applicativo, previa eventuale preparazione del sottofondo con malta di cemento reoplastico ad alta resistenza per rendere le superfici omogenee e prive di sconnessure.
Applicazione superficiale di sabbia di quarzo per favorire l’adesione dell’intonaco di finitura.

landing page edilizia

 

CONSOLIDAMENTO TRAVE IN C.A. CON LAMINE IN CFRP

Consolidamento di trave in c.a. tramite applicazione all’intradosso ed estradosso di lamine in CFRP come da ciclo applicativo CORES

CONSOLIDAMENTO DI MURATURE O VOLTE CON INIEZIONI

landing page ediliziaConsolidamento di murature o volte in mattoni che presentano lesioni diffuse e notevole degrado statico, tramite iniezione di miscela consolidante specifica a base di calce idraulica naturale a basso tenore di sali idrosolubili con caratteristiche chimiche e fisiche perfettamente compatibili con le malte antiche presenti nel paramento murario.
La miscela iniettata andrà ad occludere gran parte dei vuoti presenti nella struttura muraria, restituendo coesione tra gli elementi e staticità alla muratura.

Fasi dell’intervento :
– Esecuzione di perforazioni diam. 16 mm, poste nei letti di malta, con interasse di 30 cm. per una profondità sufficiente ad interessare tutto lo spessore della muratura.
– Inserimento di tubetti iniettori, sia nei fori che lungo le lesioni presenti.
– Formazione di intonaco grezzo di contenimento e iniezione a pressione controllata di miscela di calce idraulica naturale a basso tenore di sali idrosolubili, fino a rifiuto, previa bagnatura interna della muratura.

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: SEMINARIO MAGGIORE – VERONA

 

 

BARRIERA CHIMICA

Esecuzione di barriera chimica contro l’umidità ascendente, tramite la formazione di una fila di perforazioni diam. 14 mm. con interasse di 18 cm circa per una profondità di 3/4 lo spessore della muratura e ad una altezza di 10 cm dalla quota pavimento.
Inserimento e stuccatura di tubetti iniettori, formazione di intonaco grezzo di contenimento in malta di calce ed iniezione a pressione controllata di formulato a base di polimeri silossanici in fase solvente WET SHIELD, fino alla completa imbibizione della muratura.
Il prodotto iniettato, reagisce con l’umidità del supporto formando una pellicola altamente idrorepellente che saturando le porosità ed i capillari della muratura, ne inibisce l’assorbimento, eliminando completamente la risalita dell’acqua dalle fondamenta o dal terreno, pur permettendo al supporto la completa traspirabilità.

N.B. Si consiglia di completare l’intervento con applicazione per una altezza di almeno 1,20 ml di intonaco deumidificante macro poroso a base di calce idraulica naturale, comprensivo del trattamento antisalino.
Le tinteggiature finali dovranno essere eseguite con vernice traspirante.

landing page ediliziaDICHIARAZIONE
L’intervento sopra descritto rimane stabile nel tempo, la sottoscritta CORES S.r.l. garantisce l’efficacia dello stesso per almeno dieci anni dall’applicazione, intervenendo ove necessario per ripristinarne l’efficacia

 

LAVORAZIONE ESEGUITA PRESSO: CASTELLO INFERIORE – MAROSTICA – VICENZA